Analisi Antropologica dell’Homus Romanaro (Parte II, Multato Atac)

Un video del simpatico Aldemar Escudieri ci offre un’unica lente di ingrandimento sulla contorta psiche dell’Homus Romanaro, analizzata solo in parte in un mio post di marzo. In una diretta Facebook a bordo di un tram mattutino, Aldemar si lamenta per la multa appena ricevuta da controllori Atac* e della grande ingiustizia sociale di cui crede di essere stato vittima. Siamo quindi in grado di analizzare direttamente quella che in gergo psichiatrico viene chiamata “razionalizzazione”: un sistema di difesa psicologica che si attiva quando siamo confrontati con un’accusa o una verità scomoda – come quella di aver fatto il furbetto per risparmiare 1.5 euro – che ci porta a creare complesse reti di giustificazioni volte a difendere e “moralizzare” il nostro comportamento**.

Screenshot 2017-09-27 at 10.26.39
Multato Atac

 

Il titolo della diretta riassume la razionalizzazione principale utilizzata da Aldemar, quella cioè del “ma i politici rubeno”, definita nella mia precedente analisi come “Razionalizzazione Jolly”, in quanto può essere usata per giustificare qualunque nefandezza morale. Dal mancato pagamento del biglietto del bus, al parcheggio creativo sul posto degli handicappati, all’avvelenamento della suocera, è sufficiente infatti ricordare che ci sono dei politici che rubeno in parlamento per sentirsi completamente assolto ed evitare ogni rimorso morale.

ATAC1
Aldemar passa poi alla più romana e classica razionalizzazione del “i mezzi non funzioneno”: non pago il biglietto perché il servizio non è all’altezza delle mie esigenze, non “funziona l’aria condizionata” (il 22 settembre?), il tram era 5 minuti in ritardo, non c’era posto a sedere. Sarebbe interessante sapere con quali risorse dovrebbe migliorare il servizio dell’Atac considerando che è l’azienda dei trasporti con l’evasione più alta del mondo civilizzato (e non), visto che non fa (quasi mai) pagare il biglietto ai suoi utenti.

Anche se prive di una definizione precisa, elenco le successive razionalizzazioni di Aldemar presenti nel video, comunque riscontrabili facilmente in altri Homus Romanari:

“Questi si divertono a prendessela sempre con no!i”

“Diamo i miliardi ad Atac!”

“Dobbiamo pagare il biglietto quando i dirigenti Atac se magnano i sordi!”

“Vengono i controllori… la mattina alle 730 poi!”

“Passano quando i tram sono vuoti, mai quando sono pieni!”

“Non ho i soldi per magna!” (ma i soldi cannoni giornalieri, con tanto di diretta Facebook per il rollaggio, non mancano mai)

Dopo tutte queste lamentele e invettive contro stato e sistema, scopriamo infine che Aldemar non ha la minima intenzione di pagare la multa ricevuta, in quanto ha una “residenza fittizia” e risulta comunque ufficialmente nullatenente. Poteva forse quindi impiegare meglio il suo tempo e dedicarsi a temi sociali più gradevoli e a lui consoni, come nel suo esilarante video con il prezzario delle prostitute della capitale o con le sue dirette Facebook informative sui diversi stili di rollaggio.


*Eh sì, sembrerebbe che la Raggi sia riuscita a far riapparire la figura mitologica romana del controllore Atac. Non c’è molto da sperare però: vista la reazione dei multati e il calo di consensi che le multe portano -vedi Aldemar e il caso di via di Portonaccio – non mi sorprenderei se la cosa durasse poco.

**Tipiche sono le razionalizzazioni di chi ha qualche dipendenza: l’alcolizzato giustifica una ricaduta dicendo che doveva riscaldarsi per il freddo;  il tabagista si difende dicendo che la sigaretta lo rilassa, l’eroinomane dice di farsi a causa della noia e così via.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s